Top four anime vaporwave

 553 total views,  3 views today

gli anime che più si avvicinano all’immaginario estetico della corrente, nonché al suo movimento musicale e filosofico.

 554 total views,  4 views today

di Davide ”inchiostro nero” Cautiero

Se nel filone cyberpunk possiamo iscrivere anime come ‘’Akira’’ ( caposaldo del genere)  o la serie ‘’Ghost in the Shell’’, per quanto riguarda il microcosmo vaporwave non possiamo fare altrettanto, riuscendo soltanto ad amalgamare i suoi morfemi a quelli dell’universo animato per eccellenza.

Creare una lista, quindi, è più che mai arduo, ma non impossibile.

Innanzitutto gli anime rappresentano ( come spiegato in questo articolo https://www.neonpeetsa.it/vaporwave-anime-quotes-e-manga/ ),  la labbia orientale del genere, con suoi quotes che rilanciano i vari personaggi del mondo animato sotto un profilo ‘’aesthetic’’.  Tout court: una ricollocazione dei caratteristi in ambienti a loro estranei,  imprimendo all’opera e agli stessi  un tratto nostalgico e approssimativamente malinconico, caratteristico del micro-genere.

Pertanto, nella selezione non si può che intravedere delle similitudini. Dei piccoli squarci di comunioni di intenti, in quanto, come Matrix, la vaporwave ‘’e’ ovunque’’.

Per adesso mi limiterò a una ‘’top four’’ ( non per ordine di importanza).

Source: internet

Cowboy Bebop: nonostante l’opera di Shin’ichiro Watanabe rientri nei canoni di una letteratura fantascientifica e distopica, l’affinità con l’ambiente vaporwave si può ricercare nei suoi stilemi musicali. Ricordiamo, infatti, che la colonna sonora ( nonché l’ambientazione ) è pervasa da una sottile caligine jazz, tendente al lounge, capace di richiamare quelle sensazioni nostalgiche ( forse mai vissute ) in voga nella corrente, e che ne enfatizzano il contrasto con la ricostruzione scenica, qui tipicamente sci-fi. Non solo, il design dei personaggi, soprattutto quello del caratterista principale, oltre a richiamare la silhouette di Lupin III, evoca, congiuntamente ad alcuni scenari e a particolari accostamenti cromatici, l’iconografia vaporwave, nonché i suoi riverberi hauntologici. Spike Spiegel, infatti, l’anti-eroe dell’anime, è un cowboy spaziale vincolato al suo passato, i cui spettri riecheggiano nelle sue azioni, nel suo non-presente costruito sul soddisfacimento di un desiderio momentaneo. E ancora, la sublimazione del tempo e dello spazio nel suo epilogo, che rimanda all’imponderabilità e all’evanescenza del micro-genere musicale ed estetico. La sua realtà liquida.

Source: internet

Sailor Moon: le paladine della legge che vestono alla marinara negli anni ’90 si sono imposte come fenomeno pop. L’adattamento animato del manga di Naoko Takeuchi, firmato Toei Animation, nello specifico, pur nelle sue difformità ( che lo discostano dalla sua matrice fumettistica, tant’è vero che la stessa Toei in occasione del ventesimo anniversario ha deciso di metterci una pezza producendo la serie ‘’ Pretty Guardian Sailor Moon Crystal ‘’) è riuscito a entrare nei Mivar di mezza Italia con estremo successo. La sua esplosione di colori in 4:3 , le sue ambientazioni e i suoi tramonti ipersaturi, rendono l’anime il perfetto sfondo da utilizzare nei quotes vaporwave, a tal punto che risulta pleonastico usare anche dei filtri. Il suo mood melanconico, unito a queste tinte sgargianti e rosa fluo, lo rendono uno stendardo involontario della corrente. 

Source: internet

C’era una volta…Pollon: pubblicata nei primi anni ’80 in Italia, la serie animata di Pollon ( manga di Hideo Azuma ) è un tripudio di satira e comicità che rimanda all’immaginario estetico e psichedelico del movimento. L’ampia gamma di colori e nuance vivide, lo stile parodistico del tratto, delineano una sorta di ‘’memetica’’ avveniristica, che deflagrerà, poi, con l’avvento di internet. L’olimpo descritto nell’anime, col suo corollario di Dei alquanto singolari e bizzarri, rappresenta in termini caricaturali il paradigma di un ordine costituito. Un potere portato quasi allo scherno, che ricorda il modo di porsi della stessa vaporwave nei confronti del sistema economico e sociale che caratterizza e fagocita quest’epoca: il capitalismo.

Samurai Champloo: ancora Watanabe. Siamo in un fantomatico periodo Edo. Le figure centrali dell’opera sono: un vagabondo con uno stile marziale vicino alla breakdance, un ronin tsundere, e una giovane ragazza in cerca di un samurai che profuma di girasoli. Un trio effervescente e dinamico nel particolareggiato affresco dell’epoca, che ricorda dal punto di vista estetico le xilografie ukiyo-e di Hokusai. Anche in questo caso la scelta cromatica ci riporta idealmente tra le calle variopinte del genere, ma è la sua anacronistica colonna sonora, firmata ( tra gli altri ) dal compianto Nujabes, a definire i suoi contorni vaporwave. Jazz rap, cool jazz, trip hop e lo-fi, si fondono con le atmosfere feudali dell’epoca, grazie a un beat intriso di suoni strumentali in loop e scratching. Un mix di campionamenti e sonorità fuori dal tempo che stridono, come la vaporwave, con il presente.

E voi, cari amici e lettori di neonpeetsa, conoscete qualche anime ‘’vaporwave’’?

Fatecelo sapere nei commenti.

More Articles for You

Interferenze e bassa qualità, il passato è pura distopia.

 3,048 total views,  322 views today

 3,048 total views,  322 views today Siamo ormai abituati anzi, troppo coccolati, dalla tecnologia odierna fatta di istantaneità di immagini, suoni, acquisti …

— Featured —

Vaporwave digital poetry

 233 total views

Pensieri liquidi

— Featured —

La Gabibbowave: nascita, crescita, immortalità

 10,513 total views,  319 views today

 10,513 total views,  319 views today di Matteo Lo Presti L’ultimo caso mediatico è scoppiato lo scorso aprile, ripreso dalla stampa italiana …

— Featured —

Frammenti dall’Agglomerato, parte 2

 13,771 total views,  319 views today

 13,771 total views,  319 views today di Claudio Mazzella ( Mirtul Dourden ) La prima parte qui: https://www.neonpeetsa.it/frammenti-dallagglomerato-parte-1/ ” Il vero cambiamento …

— Featured —

Tassoni vs. Fiji Water, ovvero aesthetic in bottiglia

 242 total views,  3 views today

L’aesthetic/vaporwave nasce dal marketing e viceversa, in un loop eterno. Chi se ne accorge è bravo.

— Featured —

Labourwave podcast/ Il conflitto israelo-palestinese e la terza intifada

 16,400 total views,  331 views today

 16,400 total views,  331 views today di Samuel Seminara

— Featured —