Superclassifica Show vs Discoring 1°puntata

 2,597 total views,  1 views today

La televisione musicale negli anni 80

 2,598 total views,  2 views today

di Daniele ”4est”


Ciao Cyberz!

Oggi parliamo di due trasmissioni televisive degli anni ’80. Fondamentali per tutto ciò che riguarda l’estetica vaporwave, la musica di quegli anni e la voglia di sperimentare, che purtroppo è sparita dalla televisione, fatta salva qualche eccezione.


Innanzitutto mi preme sottolineare che negli anni ’80 non esisteva YouTube, non c’erano app di streaming musicale e soprattutto internet non aveva ancora fatto la sua comparsa nelle case degli italiani. In quel periodo c’erano due grandi appuntamenti televisivi sulle classifiche di vendita musicali, nazionali e internazionali.
Superclassifica Show è di sicuro quella rimasta più impressa grazie anche alla famosa sigla del supertelegattone (mao!)


Ideatore di Superclassifica fu Maurizio Seymandi, collaboratore di TV Sorrisi e Canzoni, da considerare un grande sperimentatore per quei tempi, soprattutto se si pensa che la trasmissione era “povera”, cioè non aveva budget e doveva utilizzare al massimo i pochi mezzi a disposizione. Insomma, la trasmissione aveva bisogno di una forte idea di base che si sviluppasse all’interno di un mercato che non aveva veri e propri programmi dedicati alla musica.


Il programma nacque nel 1977 e solo nell’80 passò a Canale 5; nel frattempo le prime puntate furono registrate in cine-pellicola da 16mm, in assenza di telecamere, date le scarse risorse economiche. Senza mai mollare, gli autori passarono a registrazioni in Betamax e subito dopo in VHS, cosa, questa, che permise loro di essere trasmessi su una serie di emittenti locali sparse in tutta Italia. La prima puntata di Superclassifica andò in onda su Telemiliano 58, e venne replicata nei giorni successivi su Telenorba, Gbr Roma, Canale 21 Napoli, Atr Rovigo, Rtr Veneta, R.S.T – Radio Sud Televisione – Telereggio, T.C.I. – Tele Color International. Insomma, di sicuro, un modo innovativo per diffondere la trasmissione in quegli anni. 


Tutto questo non può che richiamare alla mente il modo in cui molte produzioni vaporwave sono venute alla luce, cioè in maniera “casalinga”, come avvenne per Superclassifica; approfittando dei canali gratuiti, utilizzando al massimo la tecnologia a disposizione, creando nuovi modi di fare comunicazione, sperimentando quindi, una nuova televisione, che non si rifacesse a niente di già visto ma, costruendo se stessa giorno dopo giorno, proiettandosi quindi nel futuro!


Superclassifica Show, andava in onda di Domenica, prima del pranzo. Il programma era caratterizzato dalla trasmissione (live oppure playback) dei brani di tendenza nelle classifiche musicali. All’interno di esso veniva presentata la top ten dei 45 giri (vinile) più ascoltati in Italia, tutto questo avvalendosi della S&G Music che si occupava di raccogliere i dati delle vendite dei dischi (negli anni la raccolta di questi dati è passata alle radio).


Una menzione a parte merita DJx, personaggio che ricorda Max Headroom, anzi, chi lo sa se lo ha addirittura ispirato!
DJx era lo speaker/presentatore dei brani in classifica; un personaggio che definirei pienamente vaporwave. La testa realizzata con un cappuccio verde indossata dalla organizzatrice di produzione (le cose fatte con poco appunto) si trasformava in una palla da discoteca parlante grazie agli effetti Chroma key dell’epoca.

Interessante anche la spinta che questa trasmissione ha dato all’italo disco…

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo sui tuoi canali. Ci aiuterai a proseguire. Grazie e sopratutto #stayvapor

Vi aspettiamo su Instagram e Facebook.

More Articles for You