Realtà o illusione?

 578 total views

Realtà o illusione? La percezione crea l’esistenza

 579 total views,  1 views today

“Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero? E se da un sogno così non ti dovessi più svegliare? Come potresti distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà?” (Matrix)

Ciao cyberz!

Nell’ultimo articolo vi ho salutato con uno strano interrogativo: “Esiste la realtà?” Oggi voglio ripartire proprio da quell’ultima domanda. Come ho già scritto in precedenza, sia la vaporwave che il cyberpunk hanno come elemento in comune la realtà virtuale, il cyberspazio, mi è sembrato quindi opportuno, la scorsa volta, soffermarmi proprio sul concetto di realtà virtuale. Ora invece voglio portare l’attenzione al significato di realtà.

Anche questo è un concetto che si presta a grandi dissertazioni sia nella vaporwave che nel cyberpunk. In entrambi i casi c’è una forte critica della realtà; capitalista, consumistica, governata da lobby, una realtà plasmata ad uso e consumo dei potenti. Soffermiamoci quindi su questo concetto, plasmare la realtà, come se la realtà fosse qualcosa di non cristallizzato e immutabile, e che sia possibile cambiare, ricreandola. E in effetti è proprio così (già ho descritto qualcosa  nell’articolo su 1984 di Orwell) ed è per questo che la vaporwave riesce ad affascinare, per la creazione di paesaggi digitali che descrivono un mondo moderno distopico ma con una colonna sonora nostalgica che fa da contrasto. E il cyberpunk? I cavalieri del cyberspazio viaggiando nella rete per contrastare i poteri occulti ci portano proprio in una dimensione in cui realtà e virtuale si fondono in un tutt’uno; ma non voglio perdermi in chiacchiere.

Cos’è la realtà? Cosa si intende con questo termine?  “Con il termine realtà si intende ciò che esiste effettivamente, di solito in contrasto a ciò che è illusorio, immaginario o fittizio.” (Wikipedia)

Sembra ovvio, quindi, per definizione, dare per scontato che esista un’unica realtà ,cioè oggettivamente uguale per tutti gli esseri viventi, una realtà riconoscibile da tutti allo stesso modo. Ma se così non fosse?

Esiste una realtà oggettiva o è la nostra percezione che definisce cosa è reale e cosa no?

Per poter rispondere a questa domanda mi avvarrò di un grande studioso, il prof. Vincenzo Iorio (vi lascio i suoi contatti a fondo pagina)

4EST : Prof. Iorio, cosa è la realtà?

Prof. Iorio : Il concetto di realtà è un concetto estremamente complesso e non c’è una risposta precisa. Basta questa semplice osservazione per comprendere come è difficile definirlo:

Un astronomo vede una stella esplodere, vede cioè una supernova. Ma la stella si trova a 1000 anni luce di distanza dalla terra in una lontana nebulosa, per cui l’astronomo non la percepisce com’è ora ma come era 1000 anni fa, motivo per cui non si può definire reale che la stella sia esplosa, anche se può sembrare che sia così.

La stella, infatti, è esplosa 1000 anni fa e dopo mille anni non sappiamo nemmeno cosa ci sia adesso, in quel punto dello spazio di quella nebulosa. Eppure sembra che la realtà sia ciò che abbiamo osservato, o per meglio dire, quello che ha osservato l’astronomo dell’esempio. Qui, come sappiamo gioca il fattore tempo e il concetto relativistico della impossibilità di stabilire una contemporaneità.

4EST : Se ho capito bene, tutto questo, infatti, succede perchè la luce viaggia ad una velocità per cui, quando l’immagine arriva ai nostri occhi, noi percepiamo solo il passato della vita di quella stella. Praticamente vediamo stelle che non ci sono più, ma la loro immagine viaggia attraverso la luce, nel tempo e nello spazio, ed arriva a noi sfalsata, come una partita in differita! 

Prof. Iorio : Certo! Noi osserviamo solo un fenomeno ottico indiretto. Cosa è la visione, infatti, se non un riflesso delle onde elettromagnetiche che investono l’oggetto? Cosa possiamo mai sapere noi della forma effettiva dell’oggetto e se quest’oggetto abbia una reale fisicità? Per comprendere meglio, possiamo fare lo stesso ragionamento per i colori.

Cosa sono i colori? I colori nella realtà non esistono ma sono solo sensazioni elaborate dal cervello, per cui tornando alla domanda iniziale, “Cos’è la realta’?”, possiamo dire che la realtà è una sensazione. Non è altro che una semplice sensazione. Una sensazione senza spazio e tempo che ci riguarda per un mistero legato all’uomo e allo scopo ultimo della sua vita.

Chiudo raccontandovi una famosa riflessione formulata da George Berkeley: “Se un albero cade nella foresta e non vi è alcun essere presente per sentirlo, fa rumore?” La risposta è : No ! Ovviamente il rumore (sensazione uditiva elaborata dal cervello) non si verificherà.  Berkeley sosteneva che gli oggetti esistono in quanto percepiti, dunque se un albero cade in una foresta e nessuno lo sente, questo non farà rumore. Sembra assurdo vero? Ma andiamo per gradi, quello che chiamiamo rumore non è nient’altro che la vibrazione nell’aria che produce la caduta dell’albero e che viene trasformata in suono.; ma è solo grazie ad un sistema uditivo, che recepisce le vibrazioni, e grazie al cervello, che trasforma queste informazioni in suono, che quell’evento diventa reale! 

4EST : Praticamente, tutto ciò significa che il mondo reale è relativo alla percezione, cioè a come ognuno lo interpreta, quindi la realtà non è qualcosa di oggettivo ed uguale per tutti, cosa che mette già in dubbio il concetto di reale così come lo intendiamo. Tutto chiaro no? …Beh forse per molti no ma chi volesse può contattare direttamente il prof. Iorio, vi linko il suo contatto in basso).

4EST

Breve biografia

Vincenzo Iorio ; nato a Napoli ma vive a Caserta, fisico e docente, progettista elettronico, ricercatore e scrittore. Direttore e curatore del Museo Scuola Achille Sannia di Morcone,  vicepresidente dell’associazione culturale “La Nuova Accademia Olimpia” 

Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti al blog lascia un like o un commento e condividilo sulla tua pagina

More Articles for You

Labourwave podcast/Afghanistan: la guerra continua

 13,761 total views,  90 views today

 13,761 total views,  90 views today Di Samuel Seminara

— Featured —

Labourwave podcast/Kabul, ultima spiaggia

 16,083 total views,  89 views today

 16,083 total views,  89 views today Di Samuel Seminara

— Featured —

Il futuro è sempre più vaporwave

 384 total views

i riverberi hauntologici della nostalgia

— Featured —

Vaporwave digital poetry

 191 total views,  1 views today

Pensieri Liquidi

— Featured —

Interferenze e bassa qualità, il passato è pura distopia.

 42,943 total views,  89 views today

 42,943 total views,  89 views today Siamo ormai abituati anzi, troppo coccolati, dalla tecnologia odierna fatta di istantaneità di immagini, suoni, acquisti …

— Featured —

Vaporwave digital poetry

 360 total views

Pensieri liquidi

— Featured —